TIZ

Con  questo  articolo  la  Banda  Comunale  di  Caderzone  vuole ricordare  con  affetto  e  con  un  sorriso  Tiziano,  un  nostro  amico bandista tragicamente scomparso lo scorso 27 marzo, componente la banda ancora dalla rifondazione del 1991, membro del direttivo e musicista impegnato. A distanza di più di un mese, l’incredulità di quanto successo, non ci ha ancora abbandonato. La domanda PERCHE’ LUI? non credo troverà mai una risposta.Il vuoto che ci ha lasciato forse pian piano, ci aiuterà a colmarlo la fede  ed  alla  tristezza  si  sostituirà  la  forza  di  continuare  la  vita pensando che adesso si trova in un posto stupendo.La  scorsa  Pasqua,  tutti  noi  bandisti,  il  presidente  ed  il  maestro,abbiamo  voluto  dedicare  l’intero  concerto  a  Tiziano  ed  alla  sua famiglia. Nel  nostro  piccolo,  abbiamo  voluto  rendergli  omaggio  ed accompagnarlo  con  le  note  in  quel  cielo  dove un  giorno  tutti  ci riuniremo. Il momento poi forse più emozionante di tutta la serata è stata la conclusione  del  concerto  con  il  brano  MORRICONE’S  MELODY,sinfonia di grande impatto emotivo che termina dolcissimo, in modo soffuso  e  quasi  interrogativo  sull’ultimo  accordo  proprio  a sottolineare  ancora  l’incredulità  di  quanto  successo.  In  esso primeggiano con un canto assolo i sax ed è per questo che Amos,l’ha voluta dedicare personalmente al fratello scomparso. La vita ci ha riservato una dura prova da superare ma è in questi momenti che l’unione e l’amicizia che ci lega ci aiuterà a superarla.Infatti  quella  sera  la  sala  era  gremita  di  persone,  in  ascolto silenzioso  e  commosso,  ma  nonostante  il  numero  sembrava  di essere in famiglia. Chiunque  abbia  conosciuto  Tiziano,  avrebbe  mille  episodi  da raccontare : chi  può dimenticare e a chi  non mancheranno le sue risate così spontanee, inaspettate ma soprattutto contagiose? Oppure le sue battute rivolte a qualcuno che magari vedeva un po’triste o bisognoso di una parola in più : questo infatti era un suo grande dono, sapeva farti sentire importante e parte di un mondo anche quando tutto sembrava andare storto. E pare quasi  di  sentire ancora i  suoi  SHHT o i  suoi  rimproveri  per richiamare qualcuno per nome, troppo distratto in chiacchiere con il vicino di strumento, per accorgersi del maestro pronto ad iniziare una nuova canzone. Ed anche i suoi : “ Speta speta, scusa ma nu gatu pu la parte dasunar…..”

Tutto questo è solo una piccola parte di quello che era il nostro Tiz,un vulcano di idee, passione e voglia di fare. La sua dedizione, il suo rigore, il suo impegno ed il suo amore per lamusica per noi devono essere un esempio. Ora quella sedia rossa, la sua sedia personalizzata che spesso è stata protagonista di molte sue cadute causa il vizio di dondolarsi sempre su due gambe, rimarrà vuota in sede…. Tiz se ne è andato e con lui si è spenta anche una parte di tutti coloro che l’hanno conosciuto. Di  lui  però  ci  resterà  un  ricordo  forte,  un  pilastro  a  cui  ci aggrapperemo e che rimarrà sempre nel nostro cuore.  Grazie di tutto Tiz non ti dimenticheremo…..

Flavia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>